FANDOM


L'eco della tristezza

Capitolo 104
Tit. originale Orginale:悲しみの残響

Tankōbon:ロートレクの灰燼 IX

Tit. romanizzato Orginale:Kanashimi no Zankyō

Tankōbon:Rōtoreku no Kaijin IX

Informazioni generali
Volume Volume 19
Generazione Generazione di Clarice
1° pubbli. Jap. 7 Giugno 2010
Cronologia
Precedente Capitolo 103
Successivo Capitolo 105

StoriaModifica

Dopo aver ucciso Duff con il prolungamento delle sue ali, Priscilla decise di seguire la sua preda e grazie alla sua velocità, si accorciarono le distanze tra lei e il suo bersaglio. Ad un certo punto Deneve decise di superare Helen e scagliare la sua spada in avanti con tutta la sua forza, ma nel frattempo, la velocità dell'unicorno riuscì a ricoprire la distanza in pochissimi istanti e le raggiunse. Le tre furono raggiunte dagli attacchi del Distruttore e per via dei numerosi tentacoli, Deneve fu costretta a rigenerarsi più volte mentre Priscilla bloccava un enorme tentacolo e con le sue dita allungabili la trafisse in diversi punti e con i prolungamenti raggiunse il Distruttore. Priscilla puntò subito al corpo principale del Distruttore per eliminarlo, tuttavia, ciò che sbriciolò non era altro che una copertura e rivelatosi il vero aspetto composto principalmente di corpi ammassati, il Distruttore iniziò ad attaccare scagliando le masse dei vari corpi, riuscendo a raggiungere velocemente Deneve ed Helen. Le disertrici schivarono molti attacchi ma ne conobbero gli effetti voltandosi verso la foresta ormai priva di vita e vegetazione.

Priscilla fu raggiunta dal Distruttore, con il quale decise di ingaggiare uno scontro. Deneve ed Helen furono comunque attaccate da altri corpi, e nel frattempo la ex numero 15 perse anche la spada di Claire mentre Helen perse qualcosa di più importante, Claire. La ex numero 47 a quel punto fu raccolta con i suoi tentacoli dal Distruttore, che nel frattempo le aveva già rubato metà del suo corpo.

Personaggi apparsi Modifica

Immagini del capitoloModifica

Vedi ancheModifica

Manga di Claymore
Volumi|Volumi
Capitoli del Manga

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.